LEAL ANIMALISMO I VIAGGI DELLA MORTE IN NAVE 6000 CAPI DI BESTIAME DISPERSI IN MARE

SEIMILA bovini, definiti capi di bestiame e destinati alla macellazione sul mercato cinese, sono stati stipati il 14 agosto in Nuova Zelanda sulla Gulf, una nave cargo che sarebbe dovuta arrivare in Cina il 31 agosto. 17 giorni infernali trascorsi in mare in condizioni sicuramente al limite della sopravvivenza: animali terrorizzati dal viaggio, affamati, assetati, sicuramente stressati e feriti per i modi violenti adottati per stiparli il più velocemente possibile. A questo si aggiunge il disagio per l’instabilità delle imbarcazioni nel caso di mare grosso.

Ieri mercoledì 2 settembre la nave ha lanciato un segnale di soccorso nel Mare Cinese Orientale al largo del Giappone, dopo che il motore si è rotto e dopo essere stata colpita dal tifone Maysak che l’ha capovolta mentre si avvicinava all’isola di Jeju, in Corea del Sud. Solo un membro dell’equipaggio è stato ritrovato e quei SEIMILA animali sono sicuramente morti.

I viaggi degli animali destinati al mercato della carne avvengono via mare, via terra e ferrovia. Gli animali non scelgono di viaggiare e non fanno crociere. Sono vittime e schiavi di una umanità che li sottomette e se li vuole mangiare.

Una sofferenza per milioni di essere viventi di varie specie che ogni istante in tutto il mondo vengono torturati da chi non vuole capire che uccidere e cibarsi di un animale, pur non essendo ancora considerato un reato dalla nostra società, è di fatto moralmente equiparabile a un delitto.

Fonte:
→ bbc.com
→ ilpost.it

 LEAL PER LA SCELTA VEGAN 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa, veganismo, Vivere eticamente | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

I cinque articoli più letti di agosto 2020

→ ASSOCIATI SUBITO A LEAL LEGA ANTIVIVISEZIONISTA



LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, Donazioni, LEAL informa, Proteste e Incontri, Sezioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

LEAL VIVISEZIONE: LE COMMISSIONI DEL SENATO E IL MINISTERO DELLA SALUTE RESPINGONO IL TENTATIVO DI PROROGA DEI TEST SU ANIMALI DI ALCOL E DROGHE

Le associazioni chiedono che venga reso immediatamente fruibile il fondo stanziato per i test con metodi sostitutivi.

La senatrice Elena Cattaneo, da sempre schierata a favore dell’utilizzo degli animali nella ricerca, aveva cercato di fare prorogare per la terza volta il divieto fissato per il primo gennaio 2021. La notizia che ci piace è che sono stati impediti i tentativi di evitare i minimi controlli del Ministero della Salute per le richieste di autorizzazione alle sperimentazioni sugli animali.

Fonte: → senato.it.

Una battaglia importante vinta dal mondo scientifico etico e dal mondo dell’associazionismo e antivivisezionismo rimane da vincere lo zoccolo duro di una scienza che non è interessata ai metodi sostitutivi e si batte per mantenere uno status quo di paleo ricerca per le note ragioni di potere in ambito accademico, economico e per le consolidate alleanze con Big Pharma.

 LEAL PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri, Vivisezione | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

LEAL ANIMALISMO: AGGIORNAMENTO UN ALTRO ORSO CONFIDENTE AD ANDALO FUGATTI DARÀ IL VIA ALL’UCCISIONE?

“Anche se non avremo il via libera da parte del ministero, in caso di necessità procederemo con gli abbattimenti di esemplari problematici”. Ha annunciato Fugatti presidente della Provincia di Trento, in fase della riunione del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza che si è tenuto il 26 agosto al vertice del Commissariato del governo a Trento. Temi centrali del vertice l’orso M57 oltre alla presenza sul territorio dei lupi, e l’aggressione da parte di un orso, presumibilmente M57, nei confronti di un carabiniere avvenuta ad Andalo sabato sera. Al vertice è intervenuto Alberto Perli sindaco di Andalo ed ha comunicato che in paese è stato individuato un altro orso che si sta mostrando confidente. A tal proposito Fugatti ha rassicurato: ”Per questo esemplare emetteremo a stretto giro un’ordinanza di cattura e già da stasera saranno rafforzati i controlli da parte della forestale: non possiamo aspettare che avvengano ulteriori episodi e io non permetterò che ci siano nuovi attacchi a danno della popolazione”.

 LEAL DALLA PARTE DEGLI ORSI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

LEAL ANIMALISMO: UN ALTRO ORSO IN PAESE! FUGATTI DECIDE CHE VA CATTURATO

FUGATTI COLLEZIONA ORSI?

Il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti ormai è lanciato sulla linea della captivazione di tutti gli orsi che passano in prossimità dei centri abitati.
Dove intenderebbe rinchiudere questo altro esemplare? Sempre all’affollato Casteller?

Ricordiamo che gli orsi privati delle loro prede naturali grazie alla caccia largamente praticata in Trentino si spostano in zone differenti in cerca di cibo. Inoltre gli animali hanno un territorio sempre più ridotto perché i vasti campi che li separavano dai paesi sono stati urbanizzati. In questo modo i centri abitati, che per un orso affamato possono costituire una attrazione per via dei rifiuti alimentari non adeguatamente raccolti e smaltiti, si sono ulteriormente avvicinati ai territori boschivi.

Dopo decenni di inerzia del PAT a tutela della popolazione ursina e dei cittadini chiediamo una seria politica di prevenzione:
– educazione a partire dalle scuole primarie al rispetto della fauna selvatica e a un corretto comportamento in caso di incontro ravvicinato con un orso
– sistematica raccolta differenziata dei rifiuti alimentari
– protezione e controllo di animali e greggi di proprietà
– corridoi di alberi da frutta nei territori maggiormente frequentati dagli orsi, che possono essere un deterrente dall’avvicinarsi ai centri abitati.

 LEAL DALLA PARTE DEGLI ORSI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

ANIMALISMO: ULTIMA ORA CONFERENZA STAMPA SULL’ORSO CATTURATO. LEAL FA ACCESSO AGLI ATTI!

Comunicato della Provincia di Trento
L’orso autore dell’attacco, come ha spiegato Masè, è quasi sicuramente M57, anche se saranno le indagini genetiche a confermarlo. Si tratta di un maschio di due anni e mezzo, già conosciuto per i suoi atteggiamenti “confidenti” nei confronti dell’uomo, avvistato spesso nella zona dell’Altipiano della Paganella, dove in passato ha seguito delle persone o ha rovistato nei bidoni dell’umido. A questo proposito va ricordato che negli ultimi anni proprio in quella zona, la Provincia, d’intesa con la locale società di gestioni rifiuti, ha attivato 100 siti con più 200 cassonetti anti intrusione orso. La cosa più grave, è stato evidenziato nel corso della conferenza stampa, è che per la prima volta in Trentino, l’attacco avvenga non per la difesa dei cuccioli. Va detto, inoltre, che quando è stato catturato, cosi come in tutte le fasi che hanno seguito l’aggressione è rimasto nei pressi del centro abitato di Andalo e anche di un campeggio.

“Il punto – ha ribadito più volte il presidente, che ha informato dell’accaduto il Ministro dell’ambiente – è che gli orsi in Trentino sono troppi e la gente comincia ad essere davvero esasperata. Come chiediamo da tempo, dobbiamo poter gestire noi in prima persona i grandi carnivori presenti sul nostro territorio. E lo dobbiamo poter fare al di là delle ideologie. Ci sono altri casi di orsi confidenti e adesso comincia ad esserci anche il problema dei lupi, anche loro sempre più confidenti. Mercoledì ci sarà un Comitato per l’ordine e la sicurezza in cui affronteremo proprio la questione dei lupi. Non è solo un problema che riguarda l’allevamento, è diventato un problema di ordine pubblico. Per questo dobbiamo avere la possibilità di agire autonomamente, per la sicurezza delle persone e anche per la sopravvivenza stessa del progetto grandi carnivori”.

LEAL non accetta queste spiegazioni e troppi sono i punti poco chiari! Al giovane orso, descritto come un animale grugliante e assetato di sangue, è stata attribuita l’aggressione ma le dinamiche non sono ancora affatto chiare. Le ferite del giovane sono state dapprima definite gravi e poi lievi, non sono note le reazioni dei due uomini alla vista dell’orso e in quanti sono intervenuti contro l’orso a difesa della vittima umana!
Siamo indignati per come la Provincia di Trento parli di popolazione di popolazione ursina in eccesso mentre continua a gestire con gravissimi errori e mancanze la sua relazione con i plantigradi e i selvatici in generale.

LEAL vuole conoscere la verità e l’accesso agli atti è il primo passo!

 LEAL DALLA PARTE DEGLI ORSI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

LEAL ANIMALISMO: COORDINAMENTO GRANDI PREDATORI LA STRANA STORIA DELLA CATTURA DELL’ORSO M57 IN TRENTINO

Da un comunicato stampa dell’amministrazione provinciale trentina, apprendiamo che intorno alle 22,30 di sabato sera, un uomo che passeggiava nei pressi del lago-biotopo di Andalo ha subito un attacco da parte di un orso e riportato ferite. Dal comunicato dell’ufficio stampa PAT, si evince che l’attacco sia stato improvviso e immotivato. Il ferito è un giovane carabiniere che passeggiava insieme a un’altra persona in attesa di prendere servizio per il turno notturno.

Al ferito vanno la più completa solidarietà e i migliori auguri per una pronta e piena guarigione.

Ovviamente il comunicato PAT scrive di aggressione, ma non ci sono evidenze che l’orso avesse premeditato e pianificato un’azione ostile contro il carabiniere.

La responsabilità dell’attacco viene attribuita al giovane orso M57 che da qualche tempo gravita nella zona, attirato dai rifiuti lasciati liberamente per le strade e dove trova da mangiare. Per presentare l’orso M57 nel peggior modo possibile, gli viene attribuito un comportamento da delinquente seriale: segue gli escursionisti nei boschi, pianifica incursioni nei centri abitati, rovista nei cassonetti in cerca di cibo.

L’amministrazione provinciale omette ovviamente di comunicare, se tutte le azioni addebitate al giovane orso sono reali, quali azioni di prevenzione abbia adottato a cominciare dall’impedire che siano lasciati rifiuti a disposizione del plantigrado o che qualche sconsiderato lo alimenti direttamente. Esistono, ed in alcune zone del Trentino sono in uso, dei cassonetti detti “antiorso” utili a fare prevenzione a basso costo, perché non sono stati usati? Perché non si fa dissuasione? Occorre attendere l'”incidente” ad ogni costo?

Per non farsi mancare nulla, viene sollecitata la paura collettiva elencando le numerose attrezzature sportive adiacenti al luogo dell’incidente. Si tratta di un “punto di attrazione molto frequentato dai turisti” e bisogna alimentare la psicosi dell’orso.

La cattura è stata eseguita sparando il narcotico a un orso libero che è stato sorpreso a rovistare nei cassonetti lasciati alla sua disponibilità: il cecchino ha avuto buona mira e l’orso è stato trasportato al Casteller, il lager per orsi del Trentino. Non bisogna dimenticare che altri orsi sono morti per maldestra sedazione e mamma orsa Daniza è nei pensieri di tutti.

L’amministrazione provinciale, ancor prima di capire cosa sia successo, narcotizza e imprigiona il primo orso che incontra: è tutto molto strano.

Da quel che sappiamo, un orso che incontra un uomo, subisce uno stress talmente forte che ha difficoltà di alimentazione anche per una settimana: possibile che questo cucciolone sia così disinvolto da precipitarsi a rovistare nei cassonetti dopo aver subito un’esperienza ad alto stress?

Stress che si somma a stress se si tratta dello stesso orso che da giorni residenti e villeggianti seguono da vicino per filmarlo e fotografarlo, qualcuno avvicinandosi anche fino a due metri.

Le pessime figure inanellate ultimamente con la pessima gestione degli orsi, dovrebbero consigliare prudenza e cautela al presidente Fugatti, ma è di coccio e continua imperterrito nella sua guerra illegale contro gli orsi.

Con un nuovo comunicato emesso in serata il presidente Fugatti canta vittoria: finalmente è stato coinvolto un orso maschio in un contatto fisico con un uomo. La realtà non cambia una gestione della popolazione che sembra fatta per favorire incidenti fra orsi e uomini.

L’orso appena catturato deve essere rilasciato immediatamente! Deve tornare libero: non c’è alcun motivo perché sia incarcerato.

Ancora una volta, non lasceremo nulla d’intentato perché si cessi la persecuzione degli orsi e richiamiamo il Ministro Costa a intervenire energicamente per ripristinare la legalità nella gestione degli orsi in Trentino.

Coordinamento Grandi Predatori:
GAIA Animali e Ambiente
LAC Trentino Alto Adige/Südtirol
LEAL Lega AntiVIVIsezionista
Salviamo gli Orsi della Luna

Online → Opinione Agenzia Giornalistica.

 LEAL DALLA PARTE DEGLI ORSI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

LEAL ANIMALISMO: CATTURATO IL GIOVANE ORSO M57 CHE IN CIRCOSTANZE DA CHIARIRE HA FERITO UN GIOVANE. ORA È RINCHIUSO AL CASTELLER

Il Trentino riesce sempre a spiccare per le sue incapacità di gestione con gli orsi! Risulta dalle le cronache che l’orso si avvicinasse ai centri abitati per rovistare nella spazzatura in cerca di cibo! In una corretta gestione degli orsi non si rende accessibile la spazzatura e si informano turisti e cittadini di evitare i contatti con i selvatici per evitare scontri o renderli confidenti con l’uomo!

LEAL sta seguendo la triste vicenda che vede ora il giovane orso (probabilmente ancora seguito dalla madre) stressato dalla cattura e imprigionato in una struttura non adeguata alle sue esigenze etologiche!

È con ogni probabilità M57. L’esemplare è stato trasportato dai forestali al Casteller. Catturato ad Andalo dopo l’aggressione ad un carabiniere, un esemplare di giovane orso, con ogni probabilità M57, si è reso protagonista nella serata di ieri di un attacco ad un uomo ad Andalo, nei pressi del laghetto alle porte del paese, meta delle passeggiate di tanti villeggianti e residenti.
Attorno alle 22.30 l’orso, un esemplare di 121 chili e circa due anni e mezzo di età, ha aggredito la persona, che stava facendo una breve escursione, buttandola a terra e provocandole diverse ferite. Il presidente della Provincia ne ha quindi disposto la cattura in virtù dei poteri contingibili e urgenti che gli appartengono. La cattura è stata eseguita dal personale del Corpo forestale della Provincia, coadiuvato anche dai Vigili del fuoco e dai Carabinieri di Andalo, che nel corso della notte hanno individuato l’esemplare, mentre si alimentava in alcuni cassonetti, incurante delle luci e della presenza di persone, sempre all’ingresso del paese di Andalo, in direzione Fai, e ha provveduto a narcotizzarlo. L’orso è stato quindi trasportato al Casteller.

Comunicato → a questo link.

 LEAL DALLA PARTE DEGLI ORSI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

LEAL ANIMALISMO: L’ORSO M49 È SENZA COLLARE. SARÀ ANCORA VIVO?

Per l’orso bersaglio della Provincia di Trento non c’è pace!

La notizia dell’ultima ora è che è stato rinvenuto a terra il collare di M49. L’orso fin dalla sua fuga dal recinto del Casteller, è sempre stato monitorato attraverso il collare, dotato di sistema di geolocalizzazione. A partire dal 16 agosto l’orso si era spostato in zona Passo 5 Croci – Val Cion, dove le trasmissioni gsm del collare risentono pesantemente della scarsa copertura telefonica. Il 19 agosto, alle ore 14, il collare ha inviato parecchi dati, anche del giorno precedente, confermando la posizione a monte di Malga Val Ciotto.

In assenza di ulteriori comunicazioni, è stata effettuata una verifica tramite radio vhf: il collare emetteva segnale di mortalità e quindi è stata eseguita una ricerca sul posto fino al rinvenimento dello stesso, integro, a terra. Il monitoraggio proseguirà basandosi esclusivamente sull’analisi degli indici di presenza.

Ci auguriamo che non sia stato vittima di qualche bracconiere indipendente o su commissione! In rarissimi casi è accaduto che gli animali si liberassero del radio collare e se così fosse M49 potrebbe spostarsi senza essere incalzato. Ma nella peggiore delle ipotesi sarebbe più difficile sapere la verità! Vi terremo aggiornati sui fatti!

Comunicato →a questo link.

 LEAL DALLA PARTE DEGLI ORSI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

LEAL ANIMALISMO FUGATTI E COMPAGNIA OLTRE ALLA PELLE DEGLI ORSI VOGLIONO LA PELLE DEI LUPI

Mentre M49 e JJ4 sono ancora liberi nonostante vengano continuamente attribuite, soprattutto a M49, aggressioni ad animali al pascolo (sempre rigorosamente non protetti e non sorvegliati), ora si passa anche ai lupi tanto per non smentire l’oggettiva e antropocentrica ostilità della Provincia di Trento alla fauna tutta.

LEAL si impegna a sorvegliare e agire per gli orsi e i lupi a tutela di ogni forma di vita.

COMUNICATO STAMPA DELLA PROVINCIA DI TRENTO

Questione lupi all’attenzione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica
Un preoccupante intensificarsi degli attacchi dei lupi a carico del patrimonio zootecnico, in particolare in Val di Fiemme e nel Lagorai, ed evidenti atteggiamenti di maggiore confidenza da parte di questi grandi carnivori presenti sul nostro territorio: lo riportano non solo le cronache di questi giorni, ma risultano soprattutto da una relazione tecnica redatta dal Settore Grandi carnivori del Servizio Foreste e fauna che ha effettuato sopralluoghi ed esami accurati sui casi di predazione segnalati da alcuni allevatori e su avvistamenti avvenuti in prossimità di centri abitati.
Alla luce delle circostanze attuali, il presidente della Provincia autonoma di Trento si è detto “Preoccupato non solo per i problemi strettamente legati all’attività zootecnica, già da soli importanti, ma anche per il dover constatare palesi indizi di un’eccessiva confidenza dei lupi”. “A rischio c’è la sicurezza delle persone”, ha commentato ancora il presidente…
Comunicato completo →a questo link.

 LEAL INCONDIZIONATAMENTE DALLA PARTE DEGLI ANIMALI 


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Pubblicato in Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento